Il Museo

Un museo d’arte contemporanea nel cuore di Matera.

Il TAM Tower Art Museum è un museo d’arte contemporanea con sede nel centro di Matera.
Negli spazi espositivi, divisi tra la centralissima via Ridola e la torre del Capone (XIII secolo), sono ospitati artisti nazionali ed internazionali chiamati a produrre mostre temporanee.

Perché un museo d’arte contemporanea?

ll TAM Tower Art Museum produce due mostre l’anno: produrre nuovi contenuti e ibridare gli spazi, creando nuovi e inediti punti di contatto tra produzione artistica contemporanea e contesto storico, è una soluzione per portare nuova vita e creare nuovi innesti, evitando una musealizzazione della città.
Il nome TAM è anche il ribaltamento di MAT e della concezione della città, andando oltre la retorica della vergogna e di un passato che appartiene solo come habitus alle nuove generazioni.
Il museo non nasce a partire da una collezione permanente ma lavora per costruirne una a partire dalle mostre prodotte e dalle relazioni con gli artisti coinvolti.
La storia di questo museo inizia alla fine del 2017 ed è (quasi) tutta raccontata nel progetto “Volevo solo aprire un museo”, a partire dalla scoperta dello spazio espositivo di torre del Capone.

Torre del Capone

Nel 1973 Camilla Motta acquistò torre del Capone, bastione che fa parte della cerchia muraria sorta dopo il popolamento del Sasso Caveoso.
Il nome di Capone può essere una deformazione di Carbone, come scrive il canonico Nicolò Domenico Nelli nella sua “cronaca”, come testimoniato in una pergamena del 1382.
La torre è stata soggetta e testimone di innumerevoli modifiche e di una costante stratificazione, fino al suo completo riempimento avvenuto verosimilmente nel XIX secolo, che ne rende molto complessa la lettura storica; ad oggi è impossibile svuotarla dai detriti.
Gli spazi attorno alla torre, di proprietà privata, sono stati abbandonati per anni fino a che, nel 2017, è cominciato il disboscamento del verde selvatico e il successivo restauro e risanamento conservativo con l’obiettivo di trasformare quegli spazi nella sede del TAM.

Volevo solo aprire un museo

Negli ultimi anni il TAM ha parlato attraverso la pagina “Volevo solo aprire un museo”: un percorso di racconto che ha portato questa realtà ad esistere prima che fosse formalmente aperta. Il “museo-che-ancora-non-esiste” si è raccontato su youtube e instagram senza seguire uno storytelling preciso: ne è uscito un racconto, ancora in aggiornamento, che cerca di capire come si fa impresa culturale in Italia e come si apre un museo d’arte contemporanea (se non sai come farlo).
Il TAM ha aperto al pubblico il 01 dicembre 2022.

TAM e Volevo solo aprire un museo sono progetti a cura di Torretta srl – impresa sociale (Mauro Acito, Dario Colacicco, Rita Padula, Silvia Parentini, Debora Russo, Alessandro Simili, Chiara Valzer)